DIGITAL LIFE: MOBILE BORN, BUONE MANIERE2.0 , SELFIE-MANIA E E-LEARNING

20.11.2013.ditallife

Ecco 4 nuovi trends digitali selezionati per voi

Dopo i nativi digitali arrivano i “Mobile born”

Ormai anche i nativi digitali sono superati. Oggi tutti gli occhi sono puntati sui “mobile-born”, cioè i bambini di adesso, quelli che prima di imparare a camminare già si sanno muovere con agilità su smartphone e tablet.

In un articolo pubblicato su TechCrunch, ci si interroga su cosa i “mobile-born”, una volta cresciuti, si attendano dalla tecnologia. A cominciare dal lavoro: il loro approccio al mobile costringerà a ripensare modi e tempi della tradizionale giornata in ufficio, tra nuove interfacce, software e hardware da rimettere a nuovo. Ma per ora, la curiosità dei bambini per tablet e affini rappresenta una nuova sfida soprattutto per le aziende: Intel e Facebook ad esempio stanno puntando ai software educativi.

Buone maniere 2.0 Nessuno risponde al R.S.V.P

Nell’era tecnologica cambiano i canoni delle buone maniere ed evolve anche il codice del vecchio Rsvp, acronimo di Répondez, s’il vous plaît, per anni croce e delizia degli ospiti di tutto il mondo. Ora tutto è volatile, fluido e l’invito che arriva dall’etere suona meno impegnativo.

Così, chi ancora si intestardisce a invitare secondo i canoni come le signore della bella società, o è costretto per lavoro a organizzare serate ed eventi, non può più fare affidamento come una volta sul numero dei partecipanti, e può ritrovarsi con un overbooking che magari poi finisce in una sala quasi deserta. In effetti le persone che non sono abituate a ricevere, non sanno quanto siano importanti i numeri per la riuscita della festa, sapere cioè quante persone si presenteranno aiuta a preparare meglio, e soprattutto a regolarsi se rimpolpare gli inviti con le seconde linee.

La battaglia delle foto on-line

E’ meglio una selfie di scarsa qualità oppure una foto di quello che state mangiando ad alta risoluzione?? Justin Bieber è tra i fondatori di un nuovo social network completamente dedicato ai selfie, gli autoscatti. Si chiama “Shots of me” ed è disponibile ora come APP. Le regole sono chiare: solo immagini scattate con la front camera! Il risultato è palese: troverete tutte foto a bassa risoluzione di faccine che fanno smorfie. Sembra un risultato negativo, ma invece pare che il social stia riscuotendo successo in quanto anche se a bassa risoluzione la foto di un volto è più interessante della foto di ciò si beve o si mangia o di un paesaggio! 

Nuovi metodi per imparare un’altra lingua

Imparare nuove lingue senza dover necessariamente andare all’estero, ma rimanendo comodamente a casa e utilizzando internet. Questa la nuova frontiera per fare pratica di conversazione in un lingua straniera, attraverso siti di scambio linguistico. Ve sono diversi (ad esempio: italki.com o languageexchange.com) che si basano sul principio del cosiddetto tandem linguistico, formato cioè da una coppia di madrelingua, ciascuno dei quali studia la lingua dell’altro. Ci si dà appuntamento davanti ad una webcam e si parla in genere per 30 minuti in un idioma, poi si usa l’altra lingua nella mezz’ora successiva.

Quando ci si iscrive su questi siti, i database incrociano i dati e forniscono una lista di persone compatibili. Ad esempio, un madrelingua francese interessato a migliorare l’italiano sarà felice di contattare un madrelingua italiano che miri a un francese fluente. Un approccio per imparare le lingue e fare anche nuove conoscenze!

android
apple
facebook
twitter
youtube
frequenze

Questo sito utilizza cookies per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca sulle nostre privacy policy.