Recovery Plan: oltre 220 miliardi di fondi ma saremo in grado di usarli tutti?

recovery ok iovine

Recovery Plan: oltre 220 miliardi di fondi ma saremo in grado di usarli tutti?

Per far ripartire l’Europa dopo la pandemia nel luglio scorso l’UE ha approvato il Next generation EU, noto in Italia come Recovery Fund o “Fondo per la ripresa”.

Un fondo speciale per finanziare i progetti di riforma strutturali previsti dai Piani nazionali di riforme di ogni Paese: i Recovery Plan.

Tutti gli Stati Membri dovranno presentare alla Commissione europea i propri Recovery Plan, per ottenere gli aiuti del Recovery Fund, entro aprile 2021.

In Italia il Recovery Plan è stato denominato Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) e può contare su oltre 200 miliardi di euro tra prestiti e sovvenzioni: un’occasione unica per riprendersi dalla crisi economica post-pandemia ed anche per rinnovare il Paese e le sue infrastrutture, compresa la Pubblica Amministrazione.

Ma riusciremo a cogliere appieno questa opportunità? I dubbi ci sono anche al netto della variabile politica!

Si sa infatti che spesso non siamo in grado di spendere i fondi europei a disposizione per l’Italia, che per questo è contributore netto della UE, cioè dà all’Europa più di quanto riceve.

Questo accade a causa della eccessiva burocrazia e della scarsa organizzazione della macchina amministrativa statale che complica l’accesso a queste forme di finanziamenti europei, come i cosiddetti fondi strutturali.

Mancano l’esperienza e il know-how necessari per redigere programmi aderenti ai criteri europei e risulta difficile connettere pubblico e privato, istituzioni locali e PMI.Per non perdere la grandissima opportunità del Recovery Plan, sarebbe dunque necessario individuare professionalità in grado di accompagnare gli enti locali, e le aziende, nello sviluppo della fattibilità tecnica ed economica dei progetti e accedere così ai finanziamenti internazionali.

Ma in economia laddove c’è una carenza, emerge un fabbisogno e dunque delle opportunità anche di lavoro, con diverse iniziative già in campo per cogliere le occasioni che si presentano nel mercato ed offrire opportunità, in particolare ai giovani.

Ne abbiamo parlato con il nostro esperto di economia Luca Iovine nell'ultimo appuntamento di "Economia per tutti". Riascolta qui l'intervento:

android
apple
facebook
twitter
youtube
frequenze

Questo sito utilizza cookies per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca sulle nostre privacy policy.