Tanti incentivi per far crescere i consumi ma anche cultura e mentalità

incentivi elettrico

Tanti incentivi per far crescere i consumi ma anche cultura e mentalità

E’ un periodo in cui fioccano gli incentivi del Governo per stimolare i consumi e gli investimenti in risposta alla crisi determinata dal Covid.

Molto interessanti quelli legati all’ecobonus che dovrebbero favorire l’efficientamento energetico nelle abitazioni degli italiani: portare i tetti fotovoltaici sulle nostre case oltre ad aumentare il valore degli immobili, stimolerà l’economia del settore edile e con esso PIL e occupazione.

Ci sono poi gli incentivi per l’acquisto di biciclette e monopattini probabilmente perché si vuole spingere gli italiani a “pedalare” non solo in senso letterale ma anche figurativo: è un momento in cui bisogna rimboccarsi le maniche. E’ l’unica strada per uscire dalla crisi! Ma in realtà c’è una strategia precisa che punta alla transizione verso la mobilità elettrica, sostenibile e dunque non inquinante.

In questo ambito gli incentivi per gli acquisti delle auto elettriche arrivano fino a 10 mila euro. Certo qualcuno potrebbe essere preoccupato dalla carenza di colonnine per le ricariche dei veicoli ed ecco che anche lì arrivano gli incentivi del Governo ai comuni per indurli ad installarle sui propri territori.

E se gli enti pubblici rallentano la loro azione programmatica, con il Decreto legge Semplificazioni i privati potranno proporre di installare le colonnine anche in assenza di pianificazione comunale. Le stazioni di ricarica potranno essere collocate anche dai privati cui gli enti possono concedere la riduzione o l'esenzione del canone di occupazione di suolo pubblico, nel caso in cui l'energia erogata sia prodotta da fonti rinnovabili.

auto ele

I possessori di auto elettriche beneficeranno inoltre di un altro incentivo poiché per i veicoli in ricarica è prevista anche la sosta gratis per un'ora (in qualsiasi momento della giornata) o ininterrottamente durante la notte.

Gli automobilisti grazie ad una direttiva comunitaria recepita anche in Italia potranno beneficiare della "Piattaforma unica nazionale", uno strumento al servizio del conducente per l'accesso a tutte le informazioni sui punti di ricarica disponibili. Insomma, tanti incentivi perché l’obiettivo del Governo è di avere un impianto ogni mille abitanti.

La mobilità del futuro, sia pubblica sia privata, sarà certamente elettrica: attualmente nel mondo ci sono circa 7 milioni di veicoli elettrici di cui 3 milioni in Cina. In Norvegia le auto elettriche sono circa il 10% di quelle in circolazione mentre in Italia i numeri sono ancora molto bassi anche se crescono rapidamente.

La transizione verso la mobilità elettrica è un passaggio infrastrutturale ma anche culturale; e sulla cultura, anche in altri ambiti, ci sono diversi incentivi pubblici, per i quali si potrebbe addirittura parlare di spinta ad un cambio di mentalità nel nostro Paese.

Ne abbiamo parlato sabato mattina in Economia per Tutti con Raoul e Luca Iovine. Riascolta qui l'intervento:

android
apple
facebook
twitter
youtube
frequenze

Questo sito utilizza cookies per le proprie funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca sulle nostre privacy policy.